• BANNER ok 1
  • BANNER ok 2
  • BANNER ok 3
BANNER ok 11 BANNER ok 22 BANNER ok 33
Wordpress Carousel by WOWSlider.com v4.8m
 
 
 
MERALGIA PARESTESICA 
 
Che cosa è
 
La meralgia parestesica, letteralmente “dolore alla coscia”, è una mononeuropatia dolorosa del nervo cutaneo laterale del femore caratterizzata da dolore, perdita di sensibilità, parestesie e disestesie nella regione antero-laterale della coscia (Harney D, Patijn J, 2007). Talvolta i sintomi si aggravano camminando e spesso limitano lo svolgimento delle attività quotidiane e influenzano il sonno (Nouraei S.A.R et al. 2007). 
 
Epidemiologia 
 
La meralgia parestesica ha un’incidenza di 4,3 nuovi casi per 10.000 pazienti all’anno nella popolazione generale (Van Slobbe AM et al. 2004). È più frequente nei soggetti diabetici, obesi, di età avanzata e nelle donne in gravidanza (Parisi TJ et al. 2011). 
 
Eziopatogenesi 
 
La meralgia parestesica è dovuta ad un intrappolamento o ad una compressione del nervo cutaneo laterale del femore.  
Si può sviluppare spontaneamente o in seguito ad un trauma locale o ad un intervento chirurgico. Nonostante siano state identificate diverse condizioni mediche che contribuiscono allo sviluppo della forma spontanea di meralgia parestesica, è ancora considerata idiopatica (Harney D, Patijn J, 2007). 
Le cause più comuni della compressione del nervo cutaneo laterale del femore includono qualsiasi condizione che aumenta la pressione sull'inguine, tra cui: l’uso di abiti stretti o di cinture strette, l’obesità, la gravidanza, il diabete (spesso provoca lesioni nervose che possono portare a meralgia parestesica) (Parisi TJ et al. 2011). 
Inoltre un recente studio ha confermato ciò che precedenti studi avevano suggerito: esiste una relazione tra una piccola distanza tra spina iliaca antero-superiore e nervo cutaneo laterale del femore e un elevato rischio per lo sviluppo di meralgia parestesica (Thomas Moritz et al. 2013). 
 
Trattamento 
 
Nella maggior parte dei casi sono efficaci misure conservative come la rimozione di agenti di compressione (indossare abiti meno costrittivi, perdere peso), farmaci anti-infiammatori non steroidei e, se necessario, iniezioni di corticosteroidi locali, antidepressivi, antiepilettici (Grossman MG et al. 2001). 
Se i sintomi persistono nonostante il trattamento conservativo, è necessario ricorrere alla chirurgia (neurolisi, resezione del nervo cutaneo laterale del femore…). 
Alcuni studi suggeriscono l’utilizzo della radiofrequenza pulsata nei pazienti refrattari al trattamento conservativo, anche se tale terapia è ancora di dubbia efficacia nel trattamento della meralgia parestesica (Dalmau-Carolà J. 2009; Patijn J et al. 2011). 
 
 
BIBLIOGRAFIA 
Dalmau-Carolà J. “Treatment of meralgia paresthetica with pulsed radiofrequency of the lateral femoral cutaneous nerve”. Pain Physician 2009; 12(6):1025-6. 
Grossman MG, Ducey SA, Nadler SS, Levy AS. “Meralgia paresthetica: diagnosis and treatment”. J Am Acad Orthop Surg 2001; 9:336—344. 
Harney D, Patijn J. “Meralgia paresthetica: Diagnosis and management strategies”. Pain Med 2007; 8:669-677. 
Nouraei S.A.R., Anand B., Spink G., O'Neill K.S. “A novel approach to the diagnosis and management of meralgia paresthetica”. Neurosurgery 2007; 60(4):696—700. 
Parisi TJ, Mandrekar J, Dyck PJ., et al.”Meralgia paresthetica: relation to obesity, advanced age, and diabetes mellitus”. Neurology 2011; 77(16):1538-1542. 
Patijn J, Mekhail N, Hayek S et al. “Meralgia paresthetica”. Pain Pract 2011; 11 (3) :302-8 
Thomas Moritz, Helmut Prosch, Dominik Berzaczy et al. “Common Anatomical Variation in Patients  with Idiopathic Meralgia Paresthetica: A High  Resolution Ultrasound Case-Control Study”. Pain Physician 2013; 16:E287-E293. 
Van Slobbe AM, Bohnen AM, Bernsen RM., et al. “Incidence rates and determinants in meralgia paresthetica in general practice”. J Neurol 2004; 251(3):294-297. 
 
 
 
 
Dott.ssa Viola Testi 
Fisioterapista 
 
 
 
 
             
 
 
 
 
LIBRI DI GIACOMO MARGIACCHI 
 
L'autore, esperto di posturologia nei suoi libri affronta temi innovativi nell'ambito della posturologia e della terapia manuale. La sua preparazione trasversale fornisce una visione veramente globale dell'essere umano. L'osteopatia, punto di partenza dell'autore, è solo la pedina di inizio per affrontare conoscenze del tutto rivoluzionarie.
     
Copyright 2012 Dr. Giacomo Margiacchi | Via Roma 7 - 52100 AREZZO | p.iva 01975610518